Cerca

Daguntaj

2013

Ecco, consiglierei di leggere La banda del formaggio di Paolo Nori.

La banda del formaggio, per me, è stata una sorpresa, e credo lo possa essere per molti, anche per chi già conosce la scrittura di Paolo Nori. Sorprende per come ti fa calare nella sua lingua, a brontolare i pensieri di Ermanno Baistrocchi, protagonista e voce narrante, e con lui, anche a far filosofia sulla malattia (e sui medici, e sui malati), cioè l'offesa (attacco ischemico transitorio), per esempio.

Una scrittura che si immerge nei pensieri di Ermanno Baistrocchi, in senso stretto, e li tira fuori così come nascono. E senti la stravaganza di una voce narrante di cui segui il ragionare proprio nel momento in cui succede (e non la descrizione di quei ragionamenti).

La lingua con cui Paolo Nori ha scritto La banda del formaggio ha la sua cadenza parmigiana, un po’ cantilenante come per tutti gli emiliani. Che poi se lo hai sentito, almeno una volta, leggere a voce alta le sue cose (lo fa spesso), la sua voce non te la scordi e ti viene da leggere con quegli stessi suoni e quella cadenza.

leggi tutto       

Libri, sconti e Antitrust

2012

Lo scorso 8 Ottobre, Mulini a Vento, l’associazione che raccoglie varie voci del mondo editoriale, ha pubblicato su La Repubblica la sua lettera aperta all’Antitrust sulla discutibile posizione che il Presidente dell’Antitrust, Giovanni Pitruzzella, ha sostenuto ufficialmente ad un anno dall’entrata in vigore della “legge sul prezzo del libro”.

Per Pitruzzella va eliminato il tetto agli sconti sui libri perché “limita la libertà di concorrenza dei rivenditori finali, senza produrre sostanziali benefici per i consumatori”.

Mulini a Vento argomenta, punto su punto, evidenziando come sia totalmente deformante l’ottica con cui Pitruzzella, quindi l’Antitrust, guarda la realtà storica del sistema editoriale italiano e il rapporto di causa-effetto che l’attuale normativa ha sugli acquisti di libri.

Dalla lettera di Mulini a Vento: “In Italia, un numero ristretto di gruppi editoriali possiede l’intera filiera del libro e occupa, perciò, in posizione dominante, tutti i passaggi: produzione, promozione, distribuzione e vendita. I quattro gruppi editoriali – Mondadori, Gems, Rizzoli e Feltrinelli – possiedono molteplici case editrici, e poi case di distribuzione, catene librarie e società che distribuiscono i libri in supermercati, discount, autogrill ecc.”. E' così, questa è una fotografia corretta del sistema editoriale italiano.

leggi tutto       

Pagine